My WordPress

L’emozione provata la prima volta che lo abbiamo visto al cinema e il non riuscire più ad uscire da quel magico mando che ci ha completamente assorbito. Di certo il più celebre maghetto di tutti i tempi, sì, proprio lui con la cicatrice a forma di saetta sulla fronte, non poteva non avere una giornata a lui dedicata: il 2 maggio è la Giornata Internazionale di Harry Potter.

Sono passati ben 20 anni dall’uscita nelle sale di “Harry Potter e la pietra filosofale” e ben 24 dalla pubblicazione del primo libro di J.K. Rowling. Quello creato dalla Rowling è un vero e proprio universo con cui molti bambini sono cresciuti accompagnati dagli 8 episodi della saga, ma a cui non resistono anche i bimbi e i ragazzi della nuova generazione. Seguono poi i vari film collegati come la saga di “Animali Fantastici” e le indiscrezioni che arrivano dal mondo del cinema secondo cui sarebbe in lavorazione anche la trasposizione cinematografica della commedia teatrale scritta dalla Rowling, per ora pubblicata solo come libro, “Harry Potter e la maledizione dell’erede”, che racconta le avventure e le disavventure dei figli di Harry, Ron ed Hermione allo loro primo anno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Dopo le lacrime versate alla fine di tutto con “Harry Potter e i doni della morte – parte2”, tutti i fan appassionati (babbani e non) aspettano con ansia di sapere le decisioni della Warners Bros.

E’ vero che Harry Potter ed il suo mondo magico possono essere festeggiati ogni giorno dell’anno rileggendo i libri e rivedendo i film (chi non lo ha fatto più di mille volte, imparando a memoria battute ed incantesimi?), ma avere una Giornata interamente dedicata ad Harry Potter è qualcosa di speciale.

Certo, Harry Potter non può piacere a tutti: il mondo è diviso in chi lo ama e chi lo odia. Ciò nonostante resta un cult della storia del cinema e della letteratura fantasy senza precedenti e che non potrà mai essere eguagliato.

Le origini

L’idea di istituire una Giornata Internazionale dedicata ad Harry Potter sembrerebbe sia nata da un giovane laureando presso un ateneo dell’Utah, che ha messo on line nel 2007 una petizione  per decidere la data. L’obiettivo era quello di raccogliere milioni di firme, prima della fatidica data di uscita di “Harry Potter e i Doni della Morte”, l’ultimo capitolo della saga per istituire una Giornata Internazionale celebrativa del maghetto creato da J.K. Rowling.

Inizialmente, la data più quotata era il 31 luglio, giorno del compleanno di Harry Potter, ma alla fine la scelta è caduta sul 2 maggio: si tratta del giorno in cui si è svolta la tragica Battaglia di Hogwarts, in cui si consumò il violento scontro tra l’armata di Lord Voldemort e i sostenitori di Harry Potter. L’inevitabile scontro finale tra bene e male che vede ancora una volta il trionfo della luce sull’oscurità.

(Il Faro online)
ilfaroonline.it è su GOOGLE NEWS. Per essere sempre aggiornato sulle nostre notizie, clicca su questo link e seleziona la stellina in alto a destra per seguire la fonte.
ilfaroonline.it è anche su TELEGRAM. Per iscriverti al canale Telegram con le notizie dall’Italia e dal mondo, clicca su questo link.



Fonte Il Faro Online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.