My WordPress

Los Angeles – ‘I segni del cuore – Coda’ si è aggiudicato l’Oscar per il Miglior film agli Oscar 2022. Italia a mani vuote, Sorrentino battuto da ‘Drive my car’ alla 94esima edizione degli Academy Awards che si sono fermati per un tributo silenzioso di un minuto all’Ucraina.

La pellicola del regista Sian Heder ha fatto il pieno portando a casa tutti e tre i premi ai quali era stata candidata: film, attore non protagonista (Troy Kotsur) e sceneggiatura non originale (Sian Heder). Il grande favorito della serata con ben 12 candidature, ‘Il potere del cane’, ha conquistato soltanto l’Oscar per la miglior regia. Jane Campion, prima regista candidata per la seconda volta, è la terza donna nella storia a ottenere la statuetta in questa categoria, un anno dopo l’Oscar a Chloé Zhao. Si tratta, tra l’altro, dell’unico premio ottenuto da Netflix.

Italia a mani vuote. ‘E’ stata la mano di Dio’ di Paolo Sorrentino, candidato alla statuetta come Miglior film internazionale, è stato battuto dal giapponese ‘Drive my car’ di Ryûsuke Hamaguchi. Anche l’Oscar per i migliori costumi, che vedeva in lizza l’italiano Massimo Cantini Parrini per ‘Cyrano’, è andato a Jenny Beavan per ‘Crudelia’. Infine a bocca asciutta anche Enrico Casarosa candidato per il film d’animazione ‘Luca’, premio che invece è andato a ‘Encanto’ diretto da Byron Howard e Jared Bush, insieme alla regista Charise Castro Smith.

Kenneth Branagh si è aggiudicato l’Oscar per la Miglior sceneggiatura originale con ‘Belfast’, battendo ‘King Richard – Una famiglia vincente’, ‘Don’t look up’, ‘Locorice Pizza’ e ‘La persona peggiore del mondo’. E’ la prima statuetta per l’attore e regista britannico che per la stessa categoria e sempre con ‘Belfast” aveva vinto il Golden Globe.

Will Smith ha vinto l’Oscar come Miglior attore protagonista per ‘King Richard – Una famiglia vincente’. L’attore, che è scoppiato in lacrime durante il suo discorso, era stato protagonista pochi minuti prima di un alterco con Chris Rock che aveva fatto una battuta infelice su sua moglie Jada Pinkett Smith.

Mentre Rock presentava il premio per i documentari, infatti, ha fatto una battuta piuttosto infelice sul taglio di capelli di Jada Pinkett Smith, la moglie di Will Smith affetta da alopecia. L’attore non ha gradito e si è alzato per dargli un pugno. Poi è tornato al suo posto invitando a gran voce Rock a non nominare più la moglie. L’episodio ha creato grave imbarazzo nella sala ed l’hashtag con il nome Will Smith è immediatamente diventato un trend topic sui social. Smith si è scusato con l’Academy. Durante il suo discorso dopo avere ricevuto l’Oscar ha detto: “L’amore fa fare follie”.

L’Oscar come Miglior attrice protagonista è andato a Jessica Chastain per ‘Gli occhi di Tammy Faye’, accolta sul palco della cerimonia da una standing ovation. Chastain ha battuto le altre candidate che erano: Olivia Colman per ‘La Figlia Oscura’; Kristen Stewart per ‘Spencer’; Penelope Cruz per ‘Madres Paralelas’ e Nicole Kidman per ‘Being the Ricardos’.
Billie Eilish e il fratello Finneas O’ Connel vincono l’Oscar per la Miglior canzone originale con il brano ‘No Time To Die’ scritto per l’omonimo film della saga di James Bond.

La cerimonia degli Oscar si è fermata un minuto per un tributo silenzioso all’Ucraina. Il tema ha soltanto sfiorato l’evento, con il “Viva l’Ucraina” gridato da Francis Ford Coppola sul palco per l’omaggio ai 50 anni del ‘Padrino’. L’intervento del presidente ucraino Volodymyr Zelensky del quale si era parlato, non c’è stato e la sola a fare un riferimento più ampio alla guerra è stata l’attrice Mila Kunis, nata in Ucraina, che ha parlato dell’angoscia vissuta dalla sua terra, ma senza nominarla. “I recenti eventi globali hanno lasciato molti di noi sconvolti – ha detto Kunis – Eppure, davanti alla forza e alla dignità di coloro che affrontano una tale devastazione, è impossibile non commuoversi dalla loro capacità di resilienza”.

Sui social però piovono critiche nei confronti dell’Academy, accusata di avere lasciato fuori da una cerimonia come quella degli Oscar, un tema così importante come il conflitto Russia-Ucraina.

‘E’ stata la mano di Dio’ battuto da ‘Drive my car’

Italia a mani vuote alla cerimonia degli Oscar 2022. ‘E’ stata la mano di Dio’ di Paolo Sorrentino, candidato alla statuetta come Miglior film internazionale, è stato battuto dal giapponese ‘Drive my car’ di Ryûsuke Hamaguchi. “Oggi, dopo due anni di lavoro, con la cerimonia degli Oscar, si chiude il ciclo di questo film. Da mesi mi viene chiesto perché ho fatto questo film e non ho mai trovato una risposta autentica. Oggi l’ho trovata: volevo tornare, anche solo per un attimo, a questa foto. A mia madre”, ha scritto su Instagram il regista.

Anche l’Oscar per i migliori costumi, che vedeva in lizza l’italiano Massimo Cantini Parrini per ‘Cyrano’, è andato a Jenny Beavan per ‘Crudelia’. Infine a bocca asciutta anche Enrico Casarosa candidato per il film d’animazione ‘Luca’, premio che invece è andato a ‘Encanto’ diretto da Byron Howard e Jared Bush, insieme alla regista Charise Castro Smith. (fonte Adnkronos)



Fonte Il Faro Online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.